Opere iscritte al Premio Ora

Share
Facebook   Twitter   Google+
Giusy LAURIOLA

Place of birth: Roma
Date of birth: 19/07/1960
works and lives at Roma

La tecnica che mi ha caratterizzato fino al 2016, anno in cui è stata organizzata  una monografica che racchiudeva i lavori dal 2004 al 2016, è stato l’uso di due strati: sotto la tela dipinta ad olio sopra il plexiglass per immaginare un quadro profondo che simuli il movimento e superi la bi-dimensionalità. Ora ho bisogno io di movimento. E’ un’urgenza fisica e psichica di lavorare con la materia: colori uniti alla resina su tela.  Nel momento della creazione si scatena una lotta tra il mio bisogno di controllo e il mio desiderio di superarlo per lasciare che la resina faccia la sua azione magica insieme al mio impulso creativo. Poi c’è la mia passione per le icone femminili con la creazione di corpi fluidi ed evanescenti per trasportare l’osservatore in un altro mondo. Quello fatto di sogni e di incertezze, di desideri e di energie. La mia ricerca è far combaciare l’immagine interiore che vedo confusa e in lontananza, ma che conosco emotivamente perfettamente, all’opera che creo di volta in volta. E’ un’immagine nascosta, dentro di me, indefinita, trasparente, forte e fragile insieme, come le  mie donne.


Giusy Lauriola è nata e vive a Roma.

Percorso

Dal 2004 al 2016 l’artista ha indagato questioni quali la guerra con il progetto Cambialamore, con il quale è stata invitata come ospite d’onore al festival internazionale di Lodz in Polonia. Successivamente,  la presa di coscienza del reale viene rielaborata in una dimensione altra, a volte onirica con la particolare prospettiva di un’utopia giudicata possibile: la bellezza, l’arte, possono ri-costruire la realtà e liberarci da tanti orrori  interiori ed esteriori. Il lavoro che segue è la ricerca del divino nel quotidiano: la lotta tra Illuminazione e Oscurità, D.I.O., esposto a Roma, a Montecarlo e a Capalbio e  il suo video selezionato per Premio Celeste.

Al ritorno da un viaggio in Burkina Faso nasce una visione frammentaria, simile a un flash, che sintetizza souvenir di viaggio, momenti del presente e ricordi imprevisti. Il suo sguardo, in seguito, cambia. La tecnica pittorica è arricchita dalla resina e i nuovi lavori raccontano ciò che l’artista vede, ascolta camminando per la città. Con queste opere è stata invitata in Siria con una mostra personale a Damasco e a partecipare a un simposio internazionale d’arte.

Nei lavori successivi la nuova percezione è sospesa, contemplata e colorata. Si scorgono ali, misteriosamente appoggiate sui viandanti, quali simboli delle nostre timide e colorate aspirazioni. L’artista crea in queste opere due strati, la tela e il plexiglass, per immaginare un quadro profondo che simuli il movimento e superi la bidimensionalità. Con questi lavori è stata invitata ad esporre  anche in Grecia.

 

 

Website:                www.giusylauriola.com

 

Facebook:              https://www.facebook.com/giusy.lauriola.5

 

Instagram:               https://www.instagram.com/glauriola/

 

Other:       http://www.spaziocima.it/2018/02/11/giusy-lauriola/